Questa casa non è un albergo

4 novembre 2015

Un anno insieme a te (buon compleanno, figlia mia)

4 novembre 2015

Un pannolino (lavabile) per due

4 novembre 2015
1446464686481
bambini amore
pannolini lavabili pocket

Uno era alto e massiccio, l’altra è piccola e tonda. Uno ha sempre divorato i suoi pasti solidi, l’altra – a pochi giorni dal primo compleanno – continua a preferire di gran lunga il latte di mamma. Uno, soprattutto, è maschio, mentre l’altra, evidentemente, non lo è. Inevitabile allora che i pannolini lavabili che Davide ha usato (e usa marginalmente tuttora) con successo per tanto tempo si stiano rivelando meno efficaci con Flavia, con qualche tracimazione più o meno copiosa (soprattutto, mi pare di aver concluso, quando uso inserti assorbenti in microfibra al posto di quelli in bambù).

Può succedere, mi dicono altre mamme plurime avvezze ai lavabili.

E allora noi cerchiamo una soluzione, che possibilmente non preveda la sostituzione dell’intero parco pannolini, acquistato quasi tre anni fa pensando, per ragioni di sostenibilità e convenienza, di sfruttarlo anche per un eventuale fratellino (o sorellina, come poi è stato). Per ora, scartati i pochissimi inserti in microfibra che avevo, sto cercando di fare più attenzione nel regolare i pannolini (usiamo dei pocket taglia unica) e aggiungo uno strato assorbente quando prevedo pisolini o uscite lunghe. Mi pare che stia aiutando anche una cura particolare nel lavaggio: ho fatto qualche risciacquo extra, che ha eliminato residui di detersivo e migliorato l’assorbenza degli inserti.

Comunque non escludo, nell’immediato futuro, di comprare qualche booster aggiuntivo che offra un’assorbenza maggiore (a questo proposito: si accettano consigli su marche con ottimo rapporto qualità/prezzo, materiali, etc).

Tutto questo per dire: se avete amato, o odiato, un certo pannolino lavabile con il vostro primo figlio, non vi aspettate per forza la stessa esperienza con eventuali fratelli. Ogni bambino è diverso dall’altro, e anche ogni vescica lo è! 😉

6 comments

  1. Io sto facendo un uso singolo, in termini di figli. Se posso: vai di inserti di bamboo (little lamb per esempio) che la microfibra per i piscioni non è un granchè. Certo…i tempi di asciugatura sono un po’ lunghi, ma il tre strati sono mitici. Puoi metterne magari uno di bamboo e uno in micro fibra per esempio! E se serve potresti comprare dei pannolini usati.
    Ps:io ho dimezzato il sapone aggiungendo il sodio citrato! Migliora l’assorbenza!

  2. io dopo qualche mese di lavaggi con detersivi il più ecologici possibile sono passata alle noci indiane e a percarbonato+acido citrico. Mi trovo bene 🙂

  3. Dopo 3 anni di pannolini lavabili e 2 figlie, ecco le mie conclusioni: tra quelli che ho i migliori sono happy heinys pocket in microfibra; i peggiori i mommy’s touch insieme a kinkilia e buzzy bunz in microfibra (reggono poca pipì); piega sempre il girocoscia verso l’interno; attenta a non farcirli troppo, fanno spessore e il girocoscia non aderisce; per il lavaggio ho messo a punto una mia tecnica (risciacquo breve a freddo con bicarbonato e tea tree oil seguito da lavaggio a 40° con percarbonato nel cestello e ac citrico nella vaschetta dell’ammorbidente); quando gli elastici si sono smollati li ho fatti sostituire da una sarta, forse é per quello che la pipì esce… se mi viene in mente altro lo scrivo. In bocca al lupo!

  4. Ho una bimba di 6 mesi e ho sempre usato Naty (si trovano ad Auchan) perché avevo letto su n blog che lavare i pannolini consuma più energia che usare quelli biologici… Che ne pensate?

    1. Ciao Ilaria. Secondo me dipende molto dal tipo di lavaggio che fai. Io di norma lavo i pannolini insieme al bucato normale, a 30 o 40 gradi (faccio solo un risciacquo iniziale extra), cono pochissimo detersivo eco e senza additivi. Secondo me così l’impatto è molto contenuto! Chiaro che se ogni volta fai delle lavatrici apposite, magari ad alta temperatura, il dispendio aumenta moltissimo. Ps. Io faccio regime misto (lavabili e usa e getta) proprio con i Naty, e mi trovo molto bene!

      1. I naty sono ottimi, li tengo di scorta o in trasferta. Io in lavatrice a 40° metto gli asciugamani delle bambine e altre cose resistenti. Penso che dobbiamo considerare non solo l’inquinamento dato dallo smaltimento degli u&g ma anche lo spreco di risorse della loro produzione e distribuzione…

Lascia un commento!