7 cose da non dire mai a una mamma

31 ottobre 2017

Di figli insoddisfatti (perché forse hanno troppo)

31 ottobre 2017

“Ti orto a scuola”: il progetto sugli orti scolastici che riavvicina scuola e famiglie

31 ottobre 2017
7 cose da non dire a una mamma
bambini insoddisfatti
ti orto a scuola

Quando ero piccola io, famiglia e scuola erano sempre complici. Due alleate impegnate nello stesso obiettivo: educare le giovani generazioni e prepararle alla vita adulta. Non sempre il progetto riusciva, ma la collaborazione tra genitori e insegnanti era in genere molto solida. Indiscutibile. Adesso, purtroppo, mi pare che non sempre sia così. I genitori tendono a volte ad essere iperprotettivi, e gli insegnanti, inevitabilmente, a stare un po’ sulla difensiva. Nel mezzo, bambini e ragazzi, disperatamente bisognosi di punti di riferimento coerenti e stabili. Per questo mi piacciono molto le iniziative che prevedono una collaborazione tra scuola e famiglie, che offrono a genitori e insegnanti l’occasione di lavorare insieme a un progetto educativo condiviso, partendo da gesti concreti.

Ti orto a scuola: Decò regala un orto alle scuole primarie

Come Ti orto a scuola, la campagna di educazione ambientale promossa da Decò e dedicata alle scuole primarie e alle famiglie dei bambini che le frequentano. Il progetto, che mette insieme didattica e attività sul campo, ruota intorno alla realizzazione e alla cura di un orticello scolastico: le scuole che aderiscono all’iniziativa, infatti, riceveranno gratuitamente un kit per allestire il proprio orto, costituito da 10 varietà di piante aromatiche e verdure in un vasetto contenente torba e semi. Oltre a questo, alle scuole partecipanti saranno inviati materiali didattici dedicati alla natura e illustrati col popolare personaggio dell’Ape Maia, testimonial e protagonista della campagna (a voi piaceva? Io adoravo il suo essere saggia senza essere mai pedante!). Per iscriversi, le scuole devono registrarsi sul sito ufficiale di Ti orto a scuola, ma c’è tempo solo fino al 15 novembre 2017.

Un premio in denaro per gli orti più belli

Oltre all’invio dei materiali, l’iscrizione degli istituti scolastici prevede anche la partecipazione opzionale a due concorsi. Grazie al contest “Fotografa il tuo orto a scuola!”, le più belle fotografie degli orti realizzati nell’ambito della campagna Decò, scattate da bambini o insegnanti, riceveranno un premio in denaro (valore totale: 6.000 euro) a disposizione della scuola. Gli scatti migliori, inoltre, saranno usati per illustrare un calendario che sarà poi distribuito nelle scuole e nei supermercati Decò.

Il contributo delle famiglie

Per il secondo concorso, entrano in gioco anche le famiglie degli alunni. Il contest, infatti, prevede la collaborazione delle famiglie che, facendo la spesa nei supermercati Decò, potranno aiutare la scuola ad accumulare codici per ottenere premi in denaro (da 1.000 a 15.000 euro, per un montepremi totale di 44.000 euro) da utilizzare per l’acquisto di materiale didattico o per apportare migliorie alla struttura scolastica. Ma come funziona il concorso, e cosa possono fare i genitori per aiutare la scuola dei propri figli? Con una spesa di 20 euro nei supermercati Decò si ha diritto a ricevere una bustina di figurine dell’Ape Maia (l’album per raccoglierle è disponibile alle casse).
All’interno di ogni bustina ci sono anche delle schede informative sulle piante dell’orto, ma i più fortunati troveranno anche una Card Magica, che dà diritto a un kit omaggio per coltivare una piantina a casa propria. E sotto al tappo del vasetto del kit, sarà presente un codice alfanumerico da conservare e da
consegnare a scuola, entro il 4 dicembre 2017, per il “concorso codici” di Ti orto a scuola.
I codici che ogni scuola raccoglierà, grazie anche alle spese dei genitori nei supermercati Decò, faranno accumulare all’istituto punti utili a scalare la classifica del concorso. Le scuole che risulteranno prime nella classifica finale, stilata sulla base dei punti raccolti, riceveranno dei premi in denaro (da 1.000 a 15.000 euro, per un montepremi totale di 44.000 euro) da usare per migliorare la struttura o acquistare materiali utili per i piccoli studenti.

Riconnettere i bambini con la “terra”

Per aderire a Ti orto a scuola, ricevendo così tutto il materiale necessario per allestire un vero e proprio orto scolastico, le scuole primarie devono registrarsi entro il 15 novembre sul sito della campagna. Il contest fotografico e la raccolta dei codici sono ulteriori opportunità a disposizione delle scuole per vincere premi in denaro da investire in materiale didattico e migliorie della struttura. Il progetto ideato da Decò punta a sensibilizzare i bambini sul tema della “terra” in senso lato, aumentando la loro consapevolezza sulla provenienza del cibo che trovano in tavola e acquistano al supermercato, oltre che sul lavoro necessario per produrlo. Consentendo ai piccoli di seguire tutte le fasi di crescita di una piantina, dalla semina fino alla raccolta, Ti orto a scuola aiuterà a riconnettere i bambini con la terra e con il cibo. E a riconnettere le famiglie con la scuola, grazie all’impegno comune della raccolta dei codici e della cura delle piantine, a casa come a scuola.

Piantina

Post in collaborazione con Decò, marchio che dal 2006 si impegna a coniugare tradizione, qualità e convenienza, partendo dalla conoscenza del territorio e una particolare sensibilità nei confronti dell’ambiente. Attualmente, Decò conta oltre 400 punti vendita, diffusi in tutto il Centro e Sud Italia e divisi tra
Supermercati, Maxistore, Market e Superfreddo.

Lascia un commento!