solitudine

Sto crescendo dei diversi?

17 marzo 2017
crescere dei diversi

“Mamma, come mai noi torniamo sempre a casa a piedi, mentre (quasi tutti) i miei amici vanno sempre via in macchina?”. Me lo ha chiesto Davide, ieri, con tranquillità, mentre rientravamo dall’asilo insieme a sua sorella. Io gli ho risposto senza fare paragoni, elencando semplicemente tutti i motivi per cui è bello tornare a piedi: ci godiamo il sole, facciamo “ginnastica”, risparmiamo benzina, guardiamo gli …

Continua a leggere

Amica senza figli, non ti invidio (più)

14 settembre 2016
amica-senza-figli

Quando ho deciso di avere un figlio non sapevo un sacco di cose. Non sapevo, ad esempio, che avrei avuto la fortuna di scoprirmi incinta dopo appena poche settimane, un paio di mesi prima di compiere 31 anni. Non sapevo che avrei pianto per buona parte della mia gravidanza, oppressa da un malessere emotivo che in pochi avrebbero accolto e compreso. Non sapevo, per dirla …

Continua a leggere

Quel tempo perso per sempre: intervista sulla depressione post partum

22 luglio 2016
depressione post partum

Valentina Colmi è una giornalista e blogger, ed è la mamma di Paola e di Vittoria. Il nome della sua secondogenita non è stato scelto a caso, ma per celebrare la liberazione di sua madre dalla depressione post partum, che l’aveva quasi spezzata dopo la nascita della prima figlia. Valentina scrive di depressione perinatale nel suo sito Post-partum.it, e a questo tema così importante e ancora così sottovalutato, …

Continua a leggere

Paura

23 marzo 2016
Bruxelles

La paura è il tuo angelo custode sempre in servizio. Il giubbotto antiproiettile che ti è stato assegnato quando sei arrivato nel mondo, il ricordo vivo di quando ti stringevi col tuo branco al buio di una caverna, le bestie feroci all’esterno a ululare affamate alla luna. La paura allerta i tuoi sensi, li amplifica, li esalta. È l’incarnazione più concreta del tuo istinto di sopravvivenza. …

Continua a leggere

Ne vale davvero la pena?

17 febbraio 2016
polvere

Quando i giorni rotolano identici l’uno accanto all’altro. Senza leggerezza, senza requie. Scanditi da colpi di tosse e pianti isterici, dalle attese dal pediatra e dalle indicazioni nei bugiardini delle medicine. Quando si concludono con la sensazione di essere stati sprecati. Senza la doverosa gioia, senza pazienza, e soprattutto senza fantasia. Senza atti d’amore, direbbe un poeta che veneravo nella mia vita precedente. Quando le cose …

Continua a leggere

La ragazza che cammina

12 gennaio 2016
due figli

Nel posto in cui vivo c’è una ragazza che cammina. Cammina sempre, per ore, tutti i giorni. Che io esca quando il mattino è ancora madido di rugiada, quando le finestre spandono i profumi del pranzo o all’ora in cui la luce dei lampioni piove gialla sull’asfalto, la scorgo invariabilmente all’orizzonte, con la sua sagoma ormai inconfondibile e l’andatura che mi si è fatta familiare. A …

Continua a leggere

Agosto

13 agosto 2015
amicizia

Sento che tra molti anni ripenserò con nostalgia a questo agosto sconfinato trascorso a fare castelli di sabbia nel giardino in cui, da piccola, allevavo chiocciole e seppellivo lucertole. A soffiare bolle di sapone che sembrano morule, mentre Davide mi saltella intorno cercando di farle scoppiare con la bocca (Mangia tutte boglie Danide, perché lui il soggetto lo mette sempre alla fine, come i latini) …

Continua a leggere

L’economia dei sentimenti

13 luglio 2015
1436786419183

Forse è una questione di economia dei sentimenti, di bilanciamento dei flussi universali delle emozioni positive. La quantità di amore assegnata a ciascun individuo non può superare la quota x, pena un qualche gravissimo squilibrio delle leggi di natura universali. Corollario: se una o addirittura due persone prendono a venerarti come nessun individuo aveva fatto dal giorno in cui sei venuto al mondo; se ti …

Continua a leggere