Mamme in equilibrio e figli funamboli

29 giugno 2016

In vacanza al Conero con i bambini

29 giugno 2016

Perché non avrò mai un terzo figlio

29 giugno 2016
bici senza pedali Imaginarium
vacanze con bambini al conero
non avrò terzo figlio

L’ho realizzato ieri, all’improvviso e con un po’ di sgomento. Quando Davide aveva l’età che ha adesso sua sorella, io ero già incinta di quasi otto mesi. Guardo Flavia e mi sembra così piccola, appena al di fuori della zona di neonatitudine. La guardo e penso a quanto deve essere stato difficile, per suo fratello, accettare il suo arrivo quando aveva poco più della sua età. Guardo entrambi i miei figli e penso, per la prima volta senza rimpianto, che non ne avrò mai un altro.

Non avrò mai un terzo figlio. Discorso chiuso. Perché l’età avanza rapidamente, e quello che solo 3 anni fa mi sembrava facile adesso mi costa molta più fatica. Perché avere due figli in due anni è stato molto impegnativo, e crescerli è una sfida quotidiana che spesso comporta compromessi enormi, stanchezza colossale e qualche nervosismo di troppo. Perché già così la vita sembra una continua corsa contro il tempo, perché già con due figli mi sembra ogni tanto di dover trascurare l’uno o l’altra, e non credo che riuscirei a seguirne un terzo senza sentirmi costantemente in affanno o inadeguata. Perché spesso mi sento già una madre isterica e demotivata così, figuriamoci con un altro essere umano da tirare su.

Perché dovremmo cambiare casa e auto, perché accollarci una terza rata di nido e poi asilo sarebbe davvero troppo per le nostre finanze, perché ora che sto pian piano ricominciando a lavorare – con grande dispendio di energie fisiche e nervose, stress e sacrifici – sarebbe impensabile per me affrontare una nuova maternità. Perché dopo due cesarei ravvicinati non credo che riuscirei ad avere un parto naturale, e sobbarcarmi un altro intervento proprio non mi va. Perché allatto quasi ininterrottamente da tre anni e mezzo, e chissà quando riuscirò a smettere. Perché ho avuto la benedizione di due gravidanze perfette e due figli sanissimi, e non so se ho il “coraggio” di sfidare la sorte una terza volta. Perché viaggiare con due bambini è costoso e impegnativo, ma farlo con tre sarebbe quasi un’impresa.

Perché al mondo siamo già in tanti, e il mio contributo alla sovrappopolazione del pianeta (e della mia terra in particolare) penso sia stato sufficiente. Perché non dormo una notte di fila da quasi quattro anni, e vorrei onestamente ricominciare al più presto. Perché è un sacco di tempo che viaggio sul sedile posteriore in mezzo ai miei figli (per distribuire giochi e biscotti, leggere favole, fare disegni, calmare pianti e favorire sonni) e ambisco a riconquistare la fila anteriore.

Questa lista comprende motivazioni importanti e frivole, sentimenti più o meno nobili e piccoli moti di egoismo. E forse l’ho compilata per convincere definitivamente me stessa dell’opportunità della mia decisione. Che dopo tanti dubbi e ripensamenti, è questa e non cambierà: io non avrò mai un terzo figlio.

Spero solo che la vita non mi costringa mai a pentirmene troppo.

24 comments

  1. Sai che proprio in questi giorni ho avuto lo stesso pensiero? Sono circondata da terze pance e se da una parte ho sempre pensato che 3 fosse il numero perfetto, oggi sono anche certa che non ce la potrei fare. Anzi no, ce la potrei pure fare, ma ne uscirei probabilmente devastata, anche con i mieie bambini più distanti dei tuoi tra loro.

  2. Io pensavo lo stesso, prima di averne, e poi invece ora rimpiango di non essere arrivato a tre: le famiglie con tre figli mi danno tanta allegria e perché al contrario mi sarebbe piaciuto ricominciare daccapo con un altro piccolo ora che le altre due sono più grandicelle…..

    1. Però a me dispiacerebbe che l’eventuale terzogenito crescesse senza fratelli o sorelle vicini in età, quindi nel caso dovrei poi farne altri due… 😅 Boh, magari cambierò idea ma per ora non credo che mi deciderò mai ad avere il “figlio della maturità”.

    2. Io l’ho fatto e sono felicissima! Il terzo è nato quando i primi 2 frequentavano le medie. È stata una sorpresa, non ci pensavo proprio. Ma durante la gravidanza mi sono innamorata di quel piccolo che scalciava. Ha completato la mia famiglia, oggi ho 4 nipoti dai due figli maggiori, e un figlio trentenne che se Dio vuole me ne darà altri. Le mie “tavolate” sono sempre una festa!

  3. Io non avrò mai un terzo figlio perchè la mia secondogenita mi ha fatto passare le pene dell’inferno. Reflusso fino all’anno, coliche fino ai 5 mesi e MAI dormito di notte fino all’anno. MAI! Giuro.
    Io e mio marito facevamo a turno per tenerla su di notte e raccontarle qualsiasi cosa pur di farla smettere di piangere…
    Poi è “cresciuta”. Il peggio è passato (dicevamo). Ora è un treno, suo fratello (più grande di 16 mesi) è calmo, ha iniziato a parlare a 3 anni, ordinato, composto.. All’asilo le maestre lo adorano. Lei un terremoto. Ha iniziato a parlare a 12 mesi e non si è più fermata. Terzo figlio? Fossi matta… Ho preso in braccio una bambina appena nata un paio di mesi fa, che dolce dicevo e pensavo. “Ehi ne facciamo un altro?” Ho azzardato a dire mio marito. Lui non mi ha risposto, al suo posto mio figlio mi fa “Mamma per piacere, abbiamo già la PAZZA (giuro ha detto pazza) di mia sorella!”. Poi la neonata si è messa a piangere, i ricordi di Mathilda che urlava di notte mi sono raffiorati alla mente e d’un tratto tutta la voglia di farne un altro m’è passata all’improvviso. Sono d’accordo con te, DUE è un numero BELLISSIMO E PERFETTO!!!! 😉 😉

  4. Io ne ho due. Il piccolo ha 2 mesi e mezzo e la “grande” (che mi fa ridere il solo scrivere quella parola) è un frullato di emozioni che non sa gestire per cui spesso è fuori di testa. Io non dormo da una ventina di giorni prima dell’arrivo della prima. Che ora dorme con noi così almeno non faccio avanti indietro e dorme un po’ di più. Oggi per dire non ha fatto il riposino pomeridiano, quindi mi sono sorbita un pomeriggio di pianto capricci ecc ecc. Non solo di lei, ma anche del piccolo che sente la sorella e si inquieta. Eppure. Eppure. Eppure. Maledizione, ma io al terzo ci penso. E viviamo con uno stipendio piccolo finchè io non torno al lavoro (anzi, lo trovo, visto che quello di prima non c’è più). E siamo in una casa minuscola. Con una santissima ma piccola utilitaria. Eppure. Eppure. Già in gravidanza ci pensavamo al terzo. Più in là. Ma magari si farà. O si prenderà già fatto (adozione). Ma boh. Nonostante oggi sarei emigrata volentieri in un paese esotico, o anche nell’appartamento vuoto qualche piano sopra io mio (diciamo abbastanza piani per non sentire i pianti), beh, qui c’è un fortissimo richiamo di un terzo figlio! Nato il secondo mio marito mi dice: mi sa che ancora non abbiamo completato l’opera. E io mi sento proprio così. Felice, distrutta, stanca, mamma più che mai. Ma forse manca ancora un pezzettino. Vedremo.

    p.s. Una volta ho letto un articolo americano che si chiamava “Perchè la maggior parte della gente non ne fa più di due” in cui si dichiarava che dal terzo in poi è tutto più facile. Sarà vero? Noi siamo 5 fratelli (ma non ho chiesto un parere a mia mamma, che ringrazia il cielo ogni volta che le racconto una notte insonne perchè lei ha finito il periodaccio!). Un mio prof che ne aveva 4 sosteneva la stessa cosa. Magari un giorno vi dico la mia!

  5. @roberta anche mio figlio definisce la sorella “la pazza”. anche qui siamo circondati da terze pance. tutte mamme quarantenni con primo figlio di età variabile fra 8 e 10 anni, secondo dai 3 ai 5 anni meno. mia figlia ha provato a chiedere un fratellino. o meglio una sorellina. il commento del grande è stato “mamma non ti azzardare”. ma anche io, a parte l’aspetto tempo e quello economico, principalmente non ho proprio voglia di sfidare la sorte. ringrazio per quello che ho avuto. che è splendido. e penso a coccolarmi i nuovi piccolotti

    1. Anch’io penso spesso all’aspetto economico, è brutto dirlo ma le rinunce sono state (e lo sono tutt’ora) tante per loro perchè comunque è ardua l’impresa con due, non oso immaginare con tre… Forte tuo figlio con la risposta “non t’azzardare!” ahahahaha

  6. Io aspetto il terzo è.nonostante la sfida alla sorte (che ha a già giocato il suo jolly nel secondo) le fatica è sacrifici non ci fanno paura …ne saremo ripagati quando saranno grandi…. È un articolo scritto.Con i piedi lo dici adesso perché sono.troppo piccoli i tuoi …

    1. Io non faccio figli perché “mi ripaghino quando saranno grandi”. Non mi aspetto niente in cambio, quello che sto dando è completamente gratis. Comunque grazie per essere arrivata qui senza conoscermi e aver definito “scritto con i piedi” qualcosa in cui ho messo quello che sento. Grazie di cuore per l’empatia.

  7. Io ho deciso che non volevo il terzo già dopo il primo. La seconda l’ho fatta di testa e non di cuore. Ho avuto gravidanze tranquille ma non mi piace.
    Non mi piace essere incinta, sono 9 mesi davvero terribili per me, non riuscirei psicologicamente, ad affrontare la terza gravidanza.
    Questo il motivo principale, e poi il motivo economico, che già adesso facciamo fatica, con il terzo proprio sarebbe durissima.

  8. Silvana,sono d’accordo. Io dopo il secondo(o seconda) chiudo il negozio! A parte la tenera età di anni 43 della sottoscritta,due figli al giorno d’oggi sono impegnativi. Per chi prende la maternità in modo consapevole e responsabile tenendo conto che si tratta di crescere un altro essere umano che dipende in tutto e per tutto da te,la responsabilità di 3 figli è davvero tanta. Come si dice?onori ed oneri,ma personalmente allevare,educare responsabilmente,mantenere 3 figli è troppo pesante. Conosco chi ne ha 4 o 5,addirittura 6…io,non solo per sopraggiunti limiti d’età,non farei il terzo,ma se calcolo che tra i miei figli intercorreranno solo 15 mesi di differenza,a volte mi do della pazza da sola…ma prima questi benedetti figli non venivano per cui sono eternamente grata della fortuna che ho avuto e mi auguro che tutto vada bene anche a questo secondo giro di giostra! 🙂

  9. I tuoi scritti sono sempre e semplicemente stupendi. Scritti, in modo impeccabile. Grazie per le belle pause che mi concedi di passare leggendo i tuoi post. Paola

  10. Ma sai che io dopo la prima penso che mi fermerò qua?! Io che credevo ne avrei fatto un altro presto perchè sono cresciuta “da sola” con fratelli troppo grandi!!!!

Lascia un commento!