Crosta lattea: rimedi naturali

7 febbraio 2014

Cinque ottime scuse per smettere di stirare

7 febbraio 2014

Lettera a mio figlio, nel suo primo compleanno

7 febbraio 2014
empty image
come smettere di stirare
davide neonato

(Alla vigilia del suo compleanno, per la precisione)

Potrei dirti che il tuo arrivo ha dato un senso alla mia vita, ma sarebbe una bugia. Un “senso”, per quello che questa parola possa significare, la mia esistenza ce lo ha sempre avuto (altrimenti, del resto, non ti avrei neanche messo al mondo).

Potrei scrivere di averti trovato bellissimo fin dal primo sguardo, ma non sarebbe la verità. I neonati, salvo eccezioni molto rare, sono congestionati e deformi, hanno gli occhi sporgenti e vacui, la pelle screpolata e dita delle mani orrendamente sottili. Tu, grazie a Dio, dita a parte sei stato un neonato qualsiasi, e ho dovuto attendere per settimane prima di poter davvero scorgere una luce in quegli occhi troppo grandi, di riconoscere nei tuoi lineamenti qualcosa di familiare e di amabile.

Potrei raccontarti che dal giorno in cui sei nato tutto è diventato dolcissimo e rosa, ma sarebbe un’affermazione quanto mai ipocrita. Crescere un figlio costa un prezzo altissimo, e io l’ho pagato senza sconti. Un prezzo di notti insonni, di problemi sul lavoro, di amici perduti e di dubbi brucianti. Un prezzo di responsabilità pesantissime e di libertà sacrificate.

Potrei sostenere di amarti in modo del tutto gratuito, di non avere aspettativa alcuna per il nostro futuro. Ma sarebbe falso come una moneta da cinque euro. Desidero il tuo amore con tutta me stessa, ne ho bisogno, non riesco neanche a pensare di doverne fare a meno.

Posso dirti, però, che se tu non fossi venuto al mondo avrei passato il resto della mia vita a chiedermi “come sarebbe stato se”. Che senza di te non avrei conosciuto mai la forza più poderosa che un essere umano sia in grado di esprimere, che avrei rinunciato alla parte più ancestrale dei miei istinti. Quella più profonda, più animale. La parte più autentica, in un certo senso.

Posso dirti, a un anno dalla tua nascita, che quando mi sorridi sei il più bello dei figli, e io la più disarmata delle madri. Che non cambierei nulla del tuo viso paffuto, dei tuoi capelli sottili, dei tuoi occhi che non mi somigliano per niente. Che non saprei immaginarti diverso da come sei, e che quello che leggo nel tuo sguardo non saprei ripeterlo neanche con tutte le parole che conosco.

Che da quando sei al mondo ogni cosa ha un colore più intenso. La fatica è più dolorosa, la paura più straziante, la solitudine più disperata. E l’amore è più colossale, la pazienza è più tenace, il coraggio più ostinato. Persino la fame morde come non mai, il freddo punge e il sonno annienta come non avevo idea che potessero fare. Hai cancellato la mediocrità dai miei sentimenti, spazzato via la “normalità” dalle mie giornate. Di questo, figlio mio, ti sarò grata finché avrò fiato in corpo.

Posso dirti che combatterò contro il mondo e contro me stessa per lasciarti libero di essere chi sei. O almeno, per aiutarti a somigliare il più possibile alla persona che penserai di essere. Se non dovessi amarmi avrò il cuore spezzato, non posso negarlo. Ma ti prometto che per nessun motivo al mondo dovrai mai dubitare del mio amore. Che questo basti per renderti un uomo felice, non oso sperarlo. Ma è il meglio che io possa fare per te, e mi illudo che sarai in grado di capirlo, prima o poi.

Buon compleanno, mio piccolo figlio. Che la tua vita sia lunga, il tuo cammino facile e la tua tavola sempre imbandita.

23 comments

  1. cara Silvana, mi hai commosso fino alle lacrime… sottoscrivo… anche se Sam nascendo con il cesareo era bellissimo anche appena nato. E’ tutto più intenso è vero… a volte mi ritrovo a pregare (io che non sono proprio osservante) per il mio bimbo… spaventata da tutte le brutture del mondo.
    E mi domando se sarò in grado di renderlo un uomo felice e forte abbastanza per questo mondo. La paura che ho è di essere troppo protettiva – e Sam ha solo 10 mesi.. e di non lasciarlo da grande vivere come vorrebbe..
    Allora faccio un bel respiro e mi dico che affronterò ogni cosa a suo tempo giorno per giorno.
    Grazie dei tuoi splendidi post!
    E buon compleanno Davide!!!

    1. Grazie di cuore, Nicole, sei tu che fai emozionare me con le tue parole. Secondo me hai detto una grande verità: dobbiamo sforzarci di vivere un po’ più alla giornata. Non è facile. Ma impareremo 🙂 Grazie per gli auguri, un bacio a Sam.

  2. Bella lettera, hai aperto il tuo cuore!
    Essere mamma è un’esperienza per ognuna diversa, questa sei tu ed è perfetto così, con tutto il bello e il brutto che c’è.
    Anche mia figlia tra qualche giorno farà un anno, io sto provando a buttar giù qualche verso in rima, se viene fuori qualcosa di decente lo pubblicheró.
    Notte e tanti auguri!!

  3. Orgogliosa di averti come amica, Silva mia.. sei fantastica e unica in tutto quello che scrivi e che fai <3 Davide sa già di avere una super-mamma, oltre che green, e non potrà che ricambiare tutta la vita l'amore che gli stai dando! Non vedo l'ora di conoscerlo.. Un abbraccio enormissimo, Lory

  4. che bella lettera, bigd leggendola tra qualche anno non potrà che essere orgoglioso della sua mamma green! essendo una new entry sono andata a leggere il tuo post sul giorno in cui è nato e mi sono un po’ commossa, niente sensi di colpa, si vede che doveva andare così, con un taglio, non è stato strappato da te, eri lì e lo hai accompagnato. e poi anche nei parti naturali c’è sempre qualcosa che non va come tu immaginavi e speravi, io non ho potuto partorire in acqua perché mi rilassava e mi bloccava le contrazioni (vero!), ho avuto un parto naturale stupendo ma seguito da un’emorragia e quindi di corsa punti e tutto il resto e la ginecologa con poco tatto che mi ha fatto piangere, per fortuna ho avuto sempre con me il mio compagno e due ostetriche che hanno saputo accompagnarmi al meglio. anche io super secchiona al corso preparto, a yoga e a nuoto! mammamia ma quanto scrivo? la sintesi non è proprio una mia virtù, comunque cara silvana, mi sei davvero simpatica e sono felice di aver scoperto il tuo blog e spero proprio di incontrarti un giorno! e naturalmente felice compleanno al piccolo…
    francesca

  5. Tuo figlio, un giorno, leggendo questa lettera, si sentirà invadere da una gioia immensa … Continuo a pensare che il tuo essere mamma sia speciale …. Auguri piccolino, auguri da una delle tante zie virtuali che, attraverso la tua mamma, riescono ad entrare nel tuo mondo e tra puliture di culetto, caccoline, e notti insonni a sorridere per ogni tuo progresso. Vi abbraccio. Carla

Lascia un commento!