L’amicizia ai tempi della maternità

29 giugno 2017

Le mamme, in estate

29 giugno 2017

La madre di due figli

29 giugno 2017
amicizia
estate
barceloneta playa bambini piccoli

La madre di due figli, quando realizza di esserlo diventata, di solito si chiede se riuscirà ad amare il secondo come il primo. Come sia possibile, si domanda, replicare quel sentimento che le sembra così esclusivo, così speciale. Così irripetibile. Poi continua semplicemente a vivere, e scopre che amerà i suoi figli di un amore peculiare e unico, ma con la stessa identica intensità.

La madre di due figli sente che sta regalando al suo primogenito un’opportunità preziosa. La presenza di un fratello o di una sorella. La possibilità di condividere il viaggio straordinario dell’infanzia e poi, se tutto andrà bene, della vita per intero. Di sperimentare la fatica e la gioia della condivisione. La ricchezza inestimabile della compagnia e del confronto sano. Ma allo stesso tempo si tormenta perché sa che sta togliendo qualcosa al figlio che ha già. Un po’ del suo tempo, un po’ dei suoi soldi, un po’ dell’energia mentale e delle risorse fisiche, che non sono infinite e andranno spartite fra due. La madre di due figli spera che, alla fine, la bilancia penda sempre dal lato della felicità.

La madre di due figli, specie se il primo è ancora piccolo, spesso ha paura di non farcela. Ripensa ai momenti in cui è stata dura già con un solo bambino. In cui si è sentita sopraffatta, insufficiente, inadeguata. La prospettiva di raddoppiare l’onere la sgomenta. Ma alla fine, in qualche modo, la madre di due figli ce la fa, tutte le volte.

La madre di due figli, ogni tanto, deve stabilire quale sia la priorità. E questo, a volte, significa per forza mettere in secondo piano le esigenze di uno dei figli. Chiedergli di aspettare, o semplicemente lasciare che aspetti. Mentre piange, magari. Mentre protesta. E lei, la madre di due figli, un attimo dopo sarà lì a spiegare e chiedere scusa. Con quel senso di colpa che però non passa mai.

La madre di due figli compra tutto in duplice copia, oppure non compra affatto. Sperando che questo basti a evitare contese, litigi, gelosie. Cerca di essere equa, giusta, imparziale. Ma sa perfettamente che questo non la metterà al riparo dal sentirsi dire, prima o poi: hai dato più cose a lui che a me. Hai voluto più bene a lei che a me. La madre di due figli lo sa, e convive con questa certezza.

La madre di due figli assiste di continuo a confronti tra loro. Sul carattere, sulle attitudini, sul comportamento e sul rendimento scolastico. Sulla precocità con cui abbiano imparato a camminare, a usare il vasino, a vestirsi da soli. E mette in guardia se stessa, tutti i giorni, dalla stessa trappola. Si ripete che i suoi figli sono unici e irripetibili, e come tali vanno accolti, compresi e amati. Di solito ci riesce, qualche volta scivola anche lei, e si maledice da sola per non aver resistito alla tentazione del paragone.

La madre di due figli a volte si dice che con un solo bambino la vita sarebbe stata più semplice. Ma anche infinitamente meno ricca e intensa. Meno piena. Meno vera.

18 comments

  1. (solo su una cosa non concordo: che con un figlio solo sarebbe stata una vita più semplice. era già bella complicatina anche prima del secondo/a!)

  2. quant’è vero ciò che scrivi! mi ritrovo molto… essere mamma di due bimbi é davvero faticoso ma allo stesso tempo è un’esperienza bella che ti completa in quanto vivi con ognuno dei due bimbi situazioni parallele ma comunque diverse…
    a presto!

  3. I problemi delle bis-mamme hanno un voce. la tua! Mi piace quando scrivi: “la mamma di due figli, ogni tanto, deve stabilire delle priorità”. A volte poi viene rosa dai sensi di colpa e dai dubbi su quello che ha fatto. E se invece la scelta è stata sbagliata?

  4. …e la madre di un figlio solo sorriderà visibilmente commossa dall’inizio alla fine di questa splendida e sincera lettura.
    Dissentirà un po’ giusto giusto nel finale – ma questo per partito preso, visto che di fatto non saprà mai come sarebbe stata la vita con due o più..

      1. Ehhhh…l’Amleto è robetta quando si toccano certi temi:-)
        Io figlia unica felice, non ho mai capito chi mi diceva “ma poverina!”. Poi la vita con le sue infinite variabili mi ha portata a scegliere di fermarmi ad una figlia sola, ed allora provo a mettercela tutta perché anche lei, come me, non si senta mai sola/”poverina”.

  5. ho faticato e fatico tantissimo con la mia secondogenita. non nego di essermi più volta chiesta chi me lo avesse fatto fare. ma questa settimana non c’è. è al mare per la prima volta da sola. e mi manca da morire. credevo che tutto sarebbe stato più semplice. in realtà io senza quella pazzerella non riesco a stare

  6. Ciao
    Ho letto ciò che hai scritto e pensavo a quanto fosse vero…tanto da non fermarmi solo al secondo,avuto dopo un anno dal primo,ma continuando negli anni fino a ritrovarmi 8 fantastici quanto agitati figli.
    Non è stata e non è una passeggiata, ma è un rimettersi sempre in discussione,un non mollare, un donarsi 24 ore su 24.
    Non sono una marziana,come tanti mi definiscono.
    Ho iniziato a 20 anni
    Mi hanno “stravolto” la vita e allo stesso tempo mi stanno donando la vita,il vero senso della vita,la bellezza della vita.
    Sono cresciuta con loro.
    Ho insegnato loro a saper aspettare,a desiderare,a gioire di tutto perché nulla ci è dovuto.
    Pratichiamo molto l’arte del “fai da te” che oltre a essere utile è diventato anche un modo per giocare.
    Ora che la mia prima ha 30 anni e 29 il mio secondo,sono anche nonna di 3 nipoti…e i miei ultimi hanno 10 anni!
    Dovrei parlare x ore…Ma vi assicuro che,nonostante sia difficile,faticoso,stremante…Ti donano la vita!
    Continuò sempre a stupirmi a gioire a lottare…
    Continuo a benedire

Lascia un commento!