Avrò sbagliato tutto?

18 marzo 2015

Ai papà che chiedono scusa

18 marzo 2015

Davide è caduto nel libro di fiabe, o di una magia chiamata Dodini

18 marzo 2015
gelosia fratello
padre e figlio
dodini

Silvia Azzolina è una madre, una mia amica e molte, moltissime altre cose. Una ex film producer, ad esempio, che si è saputa reinventare freelance e blogger dopo aver perso il lavoro in seguito alla maternità (dove l’ho già sentita, questa?). I Dodini, libri personalizzabili ed “ecologici” per bimbi fino ai 7 anni, sono il suo più recente e geniale progetto. In questa intervista ci racconta cosa sono e come sono nati (e alla fine del post vi dico come è stato realizzarne uno per Davide, e poi leggerglielo prima di andare a dormire).

dodini5

Cosa sono i Dodini, Silvia?

I Dodini sono libri illustrati originali e personalizzabili con il nome e il viso del tuo bambino. I libri si personalizzano direttamente on-line sul nostro sito, www.idodini.com; basta registrarsi, caricare le foto del proprio bambino e scegliere via via quale si vuole utilizzare per personalizzare le illustrazioni (ce ne sono 5 o 6 a libro). Al termine del processo si può scegliere se si vuole il libro di carta (che verrà spedito a casa oppure si può ritirare in sede da noi a Milano), o se invece si preferisce il libro digitale, da sfogliare sul tablet (che sarà immediatamente disponibile per il download).

I titoli disponibili e quelli in preparazione? Qual è il target a cui si rivolgono, per quali fasce di età sono pensati?

Per ora il libri in collana sono 4, adatti a bimbi tra 1 e 7 anni circa. Ogni storia ha un target di riferimento rispetto all’età ed è declinata sia al maschile sia al femminile. Anche la lingua in cui il libro è scritto si può scegliere: per ora sono disponibili italiano e inglese, ma ci auguriamo di aggiungere presto tutte le principali lingue europee. Ci sono storie che partono da una fiaba tradizionale per stravolgerla (il lupo e la nonna di Cappuccetto Rosso che diventano amiconi e vanno a vivere insieme a causa di una sbornia della nonna, per esempio, oppure Cenerentola che scappa col cocchiere perché il Principe è bruttissimo…) , quelle che raccontano ai bambini le loro paure (per adesso abbiamo la paura del Mare, che va fortissimo in casa mia!) e poi c’è una storia per i più piccoli: quella di una bimba, o un bimbo, che cadono in un libro di fiabe e cercano di uscire interpellando i personaggi delle fiabe tradizionali perché li aiutino a tornare dalla mamma. Abbiamo moltissime storie in cantiere ma prima dobbiamo aspettare di raccogliere qualche frutto per riassorbire almeno in parte l’investimento iniziale.

dodini2

Come avviene la creazione del libro da parte dell’utente e quanto tempo richiede? Occorrono particolari abilità o dispositivi tecnologici avanzati?

Come dicevo, il processo è molto semplice: è necessario registrarsi in modo di avere una propria area personale in cui caricare e gestire le fotografie, poi basta seguire poche semplici istruzioni e in 15 minuti al massimo il gioco è fatto! Basta avere un computer direi: il processo di personalizzazione non è ancora ottimizzato per tablet, si può fare, ma è molto più faticoso. Una formula fruibile dal tablet sarà uno dei prossimi sviluppi del progetto.

Perché un libro personalizzato? Non bastavano le migliaia di pubblicazioni per bambini già disponibili sul mercato?

Innanzi tutto i libri non bastano mai! Il fatto di personalizzare un libro in cui il bambino si veda protagonista con il suo nome e il suo viso non fa che aumentare il naturale processo di immedesimazione che è connaturato alla lettura. Leggere uno dei Dodini travalica l’esperienza di lettura tradizionale, permettendo di vivere una piccola avventura. Per la nostra esperienza, i bambini si entusiasmano nel trovarsi dentro il libro, ridono da matti e vogliono leggere ancora e ancora. Attraverso la storia narrata i bambini fanno esperienza del mondo di fuori e risolvono piccoli conflitti interiori: trovarsi dentro la storia dà una spinta ulteriore a questo processo.

dodini1

Tu in quale storia vorresti finire?

Dentro “Chi ha cambiato la storia di Cenerentola?”, senza ombra di dubbio: per tirare i capelli alle sorellastre, dare la sveglia alla fata madrina, giocare a rubamazzo con i topi e soprattutto, aiutare Cenerentola a scappare con il bel cocchiere, lasciando il Principe in braghe di tela…anzi, dentro un saio…

Dodini per lettori “grandi”, perché no? Possiamo aspettarceli?

Se intendi “adulti” forse no. Sicuramente abbiamo una serie di idee per adattare l’idea a bambini più grandi e ad adolescenti. Proprio per aiutarci a crescere abbiamo lanciato un crowdfunding. Sai quanto sia difficile trovare finanziamenti al giorno d’oggi no? Le banche sono off-limits e così abbiamo pensato di rivolgerci alla gente normale. Questo è il link alla pagina della nostra campagna su Indiegogo.

Postilla: il Dodino di Davide

dodini3

Realizzare online il Dodino per Davide è stato semplice e divertente. Anzi, direi più proprimente rilassante, che per noi mamme esaurit musltitasking è quasi una parola magica. Per una di quelle meravigliose coincidenze che capitano ogni tanto, la storia che ho scelto è illustrata da un’altra mia conoscenza geniale, Sabrina Ferrero alias Burabacio, e racconta di un bimbo che finisce all’improvviso in un libro di fiabe. Non è stato difficile scegliere quattro o cinque foto di Davide perfette per l’occasione, e in pochi passaggi e una ventina di minuti ho ultimato la personalizzazione del Dodino.

Ho scelto poi la versione cartacea, realizzata in carta ecologica senza cloro e con inchiostro atossico certificato per uso alimentare, che mi è stata recapitata nel giro di due o tre giorni lavorativi. Sfogliarlo mi ha fatto una tenerezza indicibile, leggerlo per Davide è stato particolrmente emozionante: anche se lui parla ancora pochissimo, la luce a nei suoi occhi è stata più eloquente di mille esclamazioni di meraviglia. Non vedo l’ora che sia in grado di chiedermi come è possibile che nel suo libro ci siano proprio il suo nome e la sua faccia.

Ho già pronta la risposta: “Ma come, non ti ricordi di quel giorno in cui sei caduto nel libro di fiabe?”

dodini4

4 comments

  1. Mi piace.Vorrei farne uno per Michela ma avrei scelto quello di Cappuccetto Rosso,adatto ai bimbi un pó più grandi della sua età….. Secondo te faccio una stupidaggine?

  2. Che meraviglia, lo voglio fare per la mia piccola Serena, anche lei cadrà nel libro dei Dodini 🙂 Compliementi a te per il blog che seguo sempre con piacere e a Silvia per la bellissima idea :

Lascia un commento!