gravidanza e parto

Felice per voi, ma soprattutto per me stessa

13 marzo 2015
mamma e bambino

Ma dai, che tenerezza! Congratulazioni ragazzi, come vi sentite? Questa sono io di fronte all’ennesima coppia di amici o conoscenti che mi comunica l’imminente arrivo del suo primo figlio. Di solito sono miei coetanei, ma molte volte sono anche più grandi di me. La mia reazione, ci tengo a dirlo, è assolutamente sincera. Ma è in un certo senso edulcorata. Censurata, anzi. Perché omette una …

Continua a leggere

Prima e dopo

17 febbraio 2015
figli gatti

Prima di avere figli: I bambini capiscono tutto, basta spiegare le cose con calma e loro si rendono conto di ogni cosa. Dopo:  Davide, vedi, mamma ti sta preparando la merenda. Il tempo di spalmare un po’ di marmellata e potrai mang…… UAAAAAHHHHHH!! ME!MEEEEE!MEMEMEMEME! Sì, amore mio lo so che hai fame, ma ho bisogno di un minut…… AAAAHHHHHHHH! MEEEEEEEEEEE! Davide, ti sei divertito in …

Continua a leggere

Quelli che…

26 novembre 2014

Quelli che… perché, eri incinta? Quelli che… che brava (!), hai fatto la coppietta (!!!) Quelli che… beata te che hai fatto il cesareo… Quelli che… e ora che ne hai due, come fai? Quelli che… beata te che hai avuto la femmina. Quelli che… ma ce l’hai il latte? Quelli che… quando il terzo? Quelli che… ora hai il maschio e la femmina, ti …

Continua a leggere

Partorire in casa: intervista a Karen, mamma canadese che ce l’ha fatta

24 novembre 2014

[A poco più di due settimane dal mio secondo cesareo, un post che racconta un’esperienza della nascita agli antipodi da quella che ho vissuto io] Karen è una giovane mamma canadese che, appena pochi mesi fa, ha messo al mondo la sua bellissima secondogenita Gemma. La bimba è nata nella sua casa, con accanto suo padre Fabio e il fratellino Angelo, che all’epoca aveva due …

Continua a leggere

La nascita di mia figlia: le cose che non dimenticherò

21 novembre 2014
come accettare parto cesareo

L’inspiegabile dolcezza del travaglio. Tale da rendermi difficile – a me, che pure di travaglio ne avevo già vissuto uno – capire che effettivamente era arrivato il momento di Flavia. La soddisfazione, subito dopo, nel constatare che mia figlia e il mio corpo avevano ascoltato le mie implorazioni: decidere liberamente il momento del parto, sfuggire, almeno questo, a una programmazione artificiale e imposta che proprio …

Continua a leggere

La notte, nei reparti maternità

17 novembre 2014
la-maternita-e-un-odore

Durante la notte, i reparti maternità diventano campi di battaglia per sole donne. Guerriere che non si conoscono, ma che hanno condiviso lo stesso combattimento, con i corpi lacerati, gonfi, sanguinanti. Eppure trionfanti e gloriosi. Sono isole interdette ai maschi, ad eccezione di qualche medico assonnato e degli ignari neonati, in cui le puerpere e le donne che le assistono rivivono gli stessi riti da …

Continua a leggere

Guida semiseria per parenti e amici all’indomani del parto

10 novembre 2014

[Avvertenze: questo post era stato scritto e programmato qualche giorno prima della nascita di Flavia, quando non sapevo ancora di aspettare una bambina. I suoi contenuti, comunque, sono da ritenersi tuttora validi] Primo. Se dovessi avere una bambina, sappiate che il criterio principe nella scelta del suo abbigliamento sarà la comodità della diretta interessata, seguito a ruota dalla facilità di lavaggio/stiratura (o per meglio dire: …

Continua a leggere

Doppia separazione

7 novembre 2014

Non so se sono ancora pronta a quella che di fatto sarà una doppia separazione. Dal mio primo figlio, che non ho mai lasciato così a lungo, e che forse passerà il tempo a chiedersi dove sia finita sua madre, oppure scoprirà che in fondo si sta benissimo anche senza di lei (e non so, in tutta franchezza, quale delle due eventualità mi faccia più …

Continua a leggere