Allattamento prolungato, sfatiamo qualche mito

27 gennaio 2017

Gli amici dei miei figli sono miei amici (per forza)

27 gennaio 2017

10 cose che ho imparato viaggiando con i miei figli

27 gennaio 2017
allattamento prolungato
amici
viaggiare con i figli hotel vidi miramare

Che andiate al mare a Jesolo o sulle vette delle Dolomiti, che scegliate il relax della campagna o l’avventura di un tour esotico, viaggiare con i figli è un’esperienza straordinaria. Nel bene e nel male. Esaltante e faticosa, ansiogena e rilassante, commovente o divertente fino alle lacrime. Impegnativa e sorprendente. Un’esperienza che ti insegna tante cose, come genitore e come essere umano. Nei miei ormai 4 anni di scorribande in famiglia, ecco le 10 cose che ho imparato viaggiando con i miei figli.

1. A un certo punto della vacanza, arriva inesorabile il momento del “ma chi me l’ha fatto fare?”. Per un capriccio più ostinato, per un po’ di comprensibile stanchezza, per un malessere improvviso o un pasto non apprezzato. Ma quando si torna a casa, il giudizio è sempre lo stesso: ne valeva la pena. E la tentazione di organizzare subito il prossimo viaggio è ogni volta più irresistibile.

2. I bambini piccoli ricordano, dei viaggi che fanno, molte più cose di quello che noi adulti siamo portati a pensare. E quello che non ricordano rimane sedimentato nel loro inconscio, e contribuirà, attraverso un preziosissimo bagaglio di ricordi silenti, a renderli gli adulti che saranno domani.

3. Si scoprono più cose dei propri figli in due settimane in albergo che in un anno a casa. I gusti, le paure, gli interessi, le debolezze. E forse anche loro imparano a conoscere un po’ meglio mamma e papà.

4. Non c’è stanchezza, crisi di pianto o nostalgia di casa che due ore in riva al mare non possano curare.

5. La vacanza con i figli deve essere anche una parziale moratoria delle regole. Chiudere un occhio sugli orari, sul cibo e su qualche piccola concessione innocente trasforma il viaggio in una parentesi davvero eccezionale, e lo rende più facile e piacevole per tutti.

6. Nessuna destinazione è troppo ambiziosa. Non c’è limite a quello che si può fare viaggiando con i propri figli. Alle avventure che si possono vivere e alle vette, metaforiche e reali, da conquistare. Basta conoscere loro e sé stessi, e avere voglia di osare. Nessuna vacanza, d’altro canto, è troppo “banale” o inutile. Divertirsi insieme, rallentare, recuperare il contatto con la natura e riposare sono esperienze che esaltano l’amore e ristorano l’anima.

7. Viaggiare fin da piccolissimi aiuta i bambini a diventare persone curiose e abituate alla diversità. Interessate a scoprire cosa c’è di nuovo al di là di una curva, capaci di ammortizzare gli imprevisti e di affrontare le paure. Di sfidare i propri limiti. Li rende persone più consapevoli, più aperte, più flessibili ed empatiche.

8. Se proprio si devono affrontare capricci, liti tra fratelli e marachelle, molto meglio farlo in riva al mare, in cima a una montagna o di fronte a un panorama mozzafiato che nell’anonimato sempre uguale della propria casa.

9. Anche l’esperienza di viaggio apparentemente più insignificante lascerà qualcosa nel cuore e nella testa di un bambino. Che sarà pronto a sorprendervi quando meno ve lo aspettate, con un ricordo che voi stessi avevate cancellato, un particolare che a voi era sfuggito, una considerazione che a voi non era venuta in mente.

10. Viaggiare con i propri figli impone a un genitore di dare davvero il meglio di sé. Di scovare risorse che non sapeva di possedere, di coltivare la pazienza e la capacità di mediazione ancora più che a casa. Di esercitarsi nella difficile arte del compromesso. Di essere prudente o coraggioso a seconda delle circostanze. Di essere talvolta un pochino incosciente. Di prendere decisioni difficili, e di farlo in fretta. Di assumersi responsabilità che ad altri sembrerebbero follie. Viaggiare con i propri figli rende un genitore più forte, ma allo stesso tempo gli permette di tornare un po’ bambino.

E non è questa, in fondo, la ragione migliore per viaggiare?

 

Questo post è offerto dall’hotel Vidi Miramare & Delfino di Jesolo, un quattro stelle Superior fronte mare che offre tanti servizi per le famiglie con bambini, inclusi centro benessere, piscina e noleggio biciclette. L’hotel Vidi Miramare accetta anche animali di piccola taglia e, oltre a camere di varie categorie, propone anche appartamenti con tutti i confort, a soli 50 metri dal mare.

hotel vidi miramare jesolo

Lascia un commento!